Parentele postumane Balzano, Reggio, Ippolita

Per la giustizia multispecie: autodeterminazione sessuale e riproduttiva

E se non fosse una famiglia? – Parentele postumane per la rigenerazione del pianeta

Martedi 29 Giugno dalle h 19.00  Porta Pratello Via Pietralata 58

Insieme al Gruppo Ippolita, Marco Reggio e Angela Balzano proviamo a capire perché per farla finita con il capitalocene un buon inizio sarebbe smettere di riprodurre popolazioni e generare parentele transpecie. Proviamo a immaginare e praticare insieme questo capovolgimento: se non fosse la famiglia l’unità base di riproduzione dell’animale umano, se ammettessimo che da sempre numerose “seconde specie” e innumerevoli macchine sono necessarie alla sua mera sopravvivenza?
La filosofia umanista prima e illuminista poi e l’economia neoliberista collimano, il mito dell’uomo autopoietico si traduce nell’economia del capitale umano e rende possibile l’articolarsi delle governamentalità biopolitiche occidentali, caratterizzate da un’ossessione su tutte: l’occupazione a mezzo di norme giuridiche e protocolli medici dei nostri corpi. Peccato che queste razionalità di governo si reggano sull’esclusione e lo sfruttamento di tropp* attor* uman* e non. Peccato che il binomio “biologia e capitalismo” ci ha permesso di condizionare la riproduzione della vita sul pianeta in modo devastante. Noi non intendiamo abitare acriticamente i giorni della Sesta Estinzione, dell’informatica del dominio, della Grande Accelerazione, non intendiamo giocare a questo countdown antropocentrato. Vogliamo contare i giorni dei mondi a venire, le narrazioni apocalittiche non ci faranno smettere di pensare che potremmo sempre organizzarci in mo(n)di diversi e tra specie diverse.

L’incontro si inserisce nel percorso verso il Rivolta Pride e la settimana di Bologna Transfemminista

Evento organizzato da Collettiva Matsutake, Libreria delle Donne di Bologna e B-Side Pride