Esercizi di memoria condivisa tra noi e le macchine

Domenica 16 ottobre parteciperemo al Festival Transfemminista Queer BARBANTANƏ, organizzato dal collettivo Baba Jaga di Vicenza al CS Bocciodromo.

Saremo presenti con il workshop “Esercizi di Memoria condivisa tra noi e le Macchine”.

Come disseminiamo la nostra soggettività all’interno delle piattaforme commerciali?
È possibile riconoscerne i frammenti e ricomporla?
E come problematizzare il nostro riconoscimento in questa ricomposizione?

Queste domande ci aiutano a comprendere che nell’estrattivismo cognitivo del capitalismo digitale il soggetto non sono gli umani, ma le macchine. Proviamo a mettere in luce questa dinamica relazionale un po’ dispotica per parlare con le macchine da pari a pari.

Durante il seminario laboratoriale, partiremo da noi, dall’esperienza diretta di chi partecipa, cercando di capire insieme come la nostra corporeità viene identificata dal mondo macchinico commerciale.

Attraverso un esercizio di memoria condivisa proveremo a ricostruire le tracce che abbiamo disseminato all’interno delle piattaforme per ricordarci, ricomporci e riconoscerci. Una volta entrati in contatto con il nostro sé digitale, sposteremo lo sguardo sui nostri dispositivi, facendo emergere attraverso l’immedesimazione e l’approccio critico la soggettività del nostro smartphone.

[immagine in evidenza di Tin Can Forest]