Lunedì 1 aprile
h 14.00 – 16.00
Torino

LABORATORIO SULLA GAMIFICATION
Lunedì 1 Aprile, Università di Torino – Dipartimento di Culture, Politica, Società

h 14.00 – 16.00
Workshop di Ippolita sulla gamificazione dell’esperienza digitale nelle interfacce commerciali. L’incontro si tiene all’interno del laboratorio di Cittadinanza Digitale presieduto da Massimo Cuono.

Centro della riflessione sarà l’insieme di relazioni che instauriamo con e all’interno dei dispositivi digitali. A partire dal manuale Tecnologie del Dominio. Lessico minimo di Autodifesa Digitale verrà proposta una decostruzione critica degli ambienti digitali commerciali (Facebook, Instagram, Twitter, WhatsApp, ecc.), facendo emergere le ideologie inscritte nelle loro interfacce attraverso l’analisi di termini come profiling, big data, privacy, trasparenza radicale, gamification e altre ancora.

Nell’arricchimento offertoci dall’esperienza dell’alterità, sia essa rappresentata da un organismo vivente o da un dispositivo tecnologico, non dobbiamo mai dimenticare di definire quali siano i limiti che preservano la nostra autonomia. La diffusione capillare della tecnologia commerciale sembra portare invece verso la direzione opposta, in uno scenario in cui le nostre facoltà corporee sono solamente una povera versione organica di una macchina potenzialmente perfetta.A partire da un approccio antiproibizionista occorre inventare nuove pratiche di reciprocità ed equilibrio tra esseri organici e macchine.Per fare questo dobbiamo comprendere in che modo il nostro corpo e la nostra mente si relazionano con i dispositivi portando alla luce le linee di condotta favorite dalle interfacce commerciali.

Un estratto da Tecnologie del Dominio, Lessico minimo di Autodifesa Digitale:

Tutti gli esseri umani dotati di un cervello possono diventare nativi digitali perché il cervello è estremamente plastico e si modifica molto rapidamente nell’apprendimento di procedure, tanto più se gamificate. Questo non significa affatto che queste persone siano in grado di comprendere, analizzare, modificare e insegnare i meccanismi procedurali che ripetono! La presunta differenza generazionale fra nativi e immigranti digitali si basa sulla confusione fra diverse tipologie di apprendimento e memoria, in particolare fra memoria procedurale e memoria dichiarativa.

Continua la lettura su Arivista

Bibliografia

Ippolita, Tecnologie del Dominio. Lessico minimo di Autodifesa digitale Meltemi 2017

Ippolita, Anime Elettriche, Jaca Book, 2016

Ippolita, La rete è libera e Democratica Falso! Laterza 2014

Ippolita, Nell’acquario di Facebook.

La resistibile ascesa dell’anarco capitalismo, Ledizioni 2012

torna a libri
2019-07-24T09:44:08+02:00Categories: ATTIVITA', INCONTRI|Tags: |