Parte prima – Ho mille amici ma non conosco nessuno

La massa in quanto tale ha il bisogno di attrarre altri in se, ha la determinazione appassionata di raggiungere “tutti”. Al contempo essa riconosce come una costrizione tutto ciò che si oppone alla sua crescita e ben presto matura un senso di persecuzione. Tale persecuzione ha una duplice forma. L’aggressione esterna alla massa, come per esempio la critica da parte degli organi di stampa ufficiali, non può che renderla più forte, la compatta sulle proprie posizioni; l’aggressione dall’interno, ossia la defezione, la perdita degli utenti invece è veramente pericolosa. Coloro che si staccano e abbandonano sono percepiti come traditori, il loro gesto individuale come un ricatto, un’ azione immorale. La massa è sempre una «fortezza assediata» su due fronti, dentro e fuori le mura.

Elias Canetti